Ultime Notizie
logo lavoro in svizzera

Notizie Lavoro in Svizzera

Notizie lavoro in Svizzera e nel cantone italiano Ticino

Svizzera: previsioni congiunturali in crescita

L'economia svizzera continua a macinare dati in positivo anche per questa primavera del 2014. Unico elemento che frena è un andamento non ancora ottimale per le esportazioni elvetiche

economia svizzera crescita

Alcuni dati
Gli economisti sono comunque ottimisti al punto da prevedere un consolidamento della congiuntura entro il prossimo 2015. PIL previsto in crescita comunque del +2% nel 2014 e del +2,6% nel 2015. In crescita anche il mercato del lavoro con ulteriore calo della disoccupazione che, in Svizzera, è già tra i più bassi d’Europa.

Congiuntura mondiale
Sebbene l’economia svizzera abbia un andamento molto più positivo rispetto a quello di altri paesi, non si può pensare che esso sia immune da quanto accade negli altri stati. In particolare negli stati europei in cui, a fronte di un forte miglioramento in Germania e nei paesi del nord, si assiste ad una continua difficoltà dei paesi mediterranei e della Francia. Qui la crescita è ancora inesistente o troppo debole e la disoccupazione troppo alta. Migliori i dati della ripresa congiunturale degli Stati Uniti; qui il PIL è addirittura previsto in crescita del +3% nel 2015.

Previsioni per la Svizzera
In questo quadro internazionale, come si muove la Svizzera? Bene sembrerebbe: nel primo trimestre del 2014 c’è stato un ulteriore aumento del PIl dello 0,5%. Ma all’interno di questo dato gli analisti sottolineano come ancora troppo sbilanciato verso i consumi interni sia il buon andamento economico elvetico. L’export deve, insomma, riprendere la sua spinta propulsiva. In controtendenza solo le esportazioni del settore chimico e farmaceutico e dei servizi. Il resto sembra ancora più o meno ai livelli del 2011. Ma è evidente, nell’export, come la situazione degli altri paesi sia la causa principale di questa situazione. Non è dunque un problemma strutturale svizzero; ciò che invece dipende dalla Svizzera, nelle difficoltà dell’export, è il suo franco forte. In ogni caso gli analisti, considerando una lenta ripresa internazionale, si azzardano a prevedere un aumento anche per le esportazioni elvetiche.

Cresce la domanda interna
prevista in crescita invece la domanda interna trainata dall’aumento dell’occupazione e dei salari. Sarà dunque questa a rivestire un ruolo portante nell’economia svizzera. Buono soprattutto l’andamento del settore edilizio e del suo indotto anche se, molti esperti, sostengono che il risultato del referendum contro l’immigrazione, rischia di rendere difficile un’attività di programmazione a lungo termine.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>