Ultime Notizie
logo lavoro in svizzera

Notizie Lavoro in Svizzera

Notizie lavoro in Svizzera e nel cantone italiano Ticino

La Svizzera punta sulle energie rinnovabili

Parchi eolici, energie rinnovabili, servizi energetici: questa la strategia di investimento, sviluppo ed occupazione delle grandi aziende elettriche elvetiche

energia svizzera

In Svizzera e all’estero
Gli investimenti sono previsti anche all’estero, dove le aziende svizzere vogliono aumentare le loro quote di mercato. Tra le imprese che si stanno muovendo BKW, Alpiq e Axpo. Tutte le aziende si stanno muovendo seppure con cautela per poter meglio valutare le evoluzioni dei diversi mercati. Per questo motivo le industrie elvetiche vorrebbero una serie di accordi bilaterali con l’Unione Europea per poter lavorare in maniera più efficace. Come riportato anche dal sito swissinfo.ch le aziende svizzere richiedono un sostegno a queste nuove fonti energetiche, un miglioramento della rete e una maggiore sinergia tra i vari paesi. Nodo centrale anche la politica sulle centrali atomiche che il governo ha deciso di spegnere nel 2034, quando arriveranno alla conclusione del loro ciclo produttivo. È soprattutto la Axpo che vuole aumentare il suo giro d’affari.

Esigenza di rinnovarsi
Quello del rinnovamento energetico è un argomento su cui stanno lavorando già da un po’ aziende come la Alpiq. Questa impresa vuole puntare sempre più sull’energia idroelettrica anche se vuole rassicurazione rispetto al piano governativo federale. Secondo questa impresa in particolare, da rivedere sarebbero soprattutto le imposte che ora arrivano fino al 40%. Senza contare l’estrema importanza che la Svizzera e la sua popolazione danno alla salvaguardia ambientale. Sempre la Alpiq vuole investire in centrali solari ed eoliche in Europa portando ad esse la tecnologia elvetica. Impegnata sempre negli investimenti eolici, ma all’interno del territorio svizzero, è la BKW. Secondo molti osservatori però queste affermazioni da parte di queste aziende sarebbero, per ora, solo delle belle dichiarazioni d’intenti.

Strategia fino al 2050
Il governo svizzero comunque, secondo la sua strategia federale, vuole ridurre i consumi energetici di un terzo entro il 2035 e della metà entro il 2050. Drastico dovrebbe essere l’abbattimento dell’uso di combustibili fossili la cui percentuale dovrebbe scendere al 50% del fabbisogno, lasciando il resto alle energie rinnovabili appunto.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>