Ultime Notizie
logo lavoro in svizzera

Notizie Lavoro in Svizzera

Notizie lavoro in Svizzera e nel cantone italiano Ticino

Brutto colpo per il settore della ricerca scientifica elvetica

Ecco una delle conseguenze del risultato del referendum del 9 febbraio scorso: la Svizzera non può più partecipare al programma Horizon 2020


Cos’è il Programma Horizon 2020
Intanto cerchiamo di capire che cos’è questo programma e perché non potervi partecipare rappresenta un brutto colpo per la ricerca scientifica elvetica. Il programma Horizon 2020 è forse il programma scientifico più imponente al mondo, soprattutto dal punto di vista dei finanziamenti che ammontano a circa 80 miliardi di euro da qui al 2020. Si tratta di un progetto teso a incrementare e sviluppare la ricerca creando sinergie e collaborazioni internazionali tra settori pubblici e privati. Elemento, quello della collaborazione internazionale e della condivisione, fondamentale per un settore come quello della ricerca. La notizia, riportata anche da Swissinfo, è di quello che stanno facendo rumore. Infatti per questo importantissimo comparto dell’economia svizzera questo genere di partecipazioni è essenziale. Basti pensare che nell’arco temporale tra il 2007 e il 2013 la Federazione ha ricevuto dall’Europa qualcosa come oltre 2 miliardi di franchi.

Conseguenze del referendum
Il referendum dello scorso 9 febbraio, quello sull’immigrazione, ha di fatto rimesso in discussione la base degli accordi sulla libera circolazione delle persone e a questo, inevitabilmente, la UE ha iniziato alcune azioni in risposta. In questo caso nello specifico, l’Europa ha congelato la partecipazione elvetica a questo programma e ai conseguenti finanziamenti. A rischio la competitività della Svizzera nel settore della ricerca che si vedrebbe privata di finanziamenti per mantenere il suo livello qualitativo. Basti pensare che non sono pochi i ricercatori che hanno o dovuto rinunciare totalmente ai loro progetti di ricerca o allungare i tempi per poterli portare a termine: perdendo così l’incisività della ricerca stessa che vive di tempistica.

Occupazione a rischio
Calando questa questione nella vita di tutti i giorni, non si può evitare di mettere in luce come tutto ciò avrà ripercussioni anche dal punto di vista occupazionale. Oltre a ricercatori stranieri che rischiano di non poter più guardare alla Svizzera come location privilegiata per il loro lavoro, c’è anche il problema dei ricercatori svizzeri che potrebbero vedersi costretti a lasciare il paese, le università svizzeri e gli istituti di ricerca elvetici.

Cosa succede in pratica
Con questo provvedimento cosa accade? Accade che la Svizzera può sì continuare la partecipazione al programma Horizon 2020 ma non potrà beneficiare dei relativi finanziamenti. Oltre a ciò il paese, con i suo migliori centri di ricerca, si vedrà escluso dalla partecipazione ai comitati scientifici, perdendo così la possibilità di decidere, insieme agli altri, in merito ai programmi europei in materia di ricerca. Una partecipazione di serie b, dunque. La cosa positiva, almeno in parte, è che questa decisione pare riguardi solo le richieste di finanziamenti presentati durante questa primavera, non andando dunque a toccare i finanziamenti già in atto. Ma è inutile nascondersi che le preoccupazioni per il settore sono tantissime.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>